L’enduro apre nel segno di Cutuli: vittoria cristallina per il portacolori del Sicilia Racing

L’enduro apre nel segno di Cutuli: vittoria cristallina per il portacolori del Sicilia Racing

Davide Cutuli vince a Castiglione di Sicilia e dimostra cosi’ di essere ancora una volta l’uomo da battere. L’alfiere del Sicilia Racing, alla guida di una Husqvarna 300, capitalizza i titoli dello scorso anno e si presenta al via della stagione imponendo il proprio ritmo sin dalla prima prova speciale,continuando a tenere la testa della corsa per ognunna delle otto prove peciali previste tra cross test e “linea”. A cercare di opporsi allo strapotere di Cutuli ci hanno provato tutti quelli che, alla vigilia, erano accreditati per farlo, con in testa a tutti Domenico Ricchiari, che vince comunque il primo round del duello stagionale “inscenato” con Alessandro Talamo, che, nonostante abbia lottato dda leone, si e’ dovuto accontentare del terzo gradino ddel podio dietro, appunto, Cutuli e Ricchiari.
Domenico, contrariamente al suo solito, ha dimostrato di avere assimilato le vitamine della “cura D’Arpa”, mirata al mantenimento della forma, e di conseguenza della performance: Ricchiari ha migliorato costantemente, giro dopo giro, la sua performance, e se in effetti, e’ questo un parametro che “dovrebbe” essere comune per tutti, in quanto la conoscenza del tracciato migliora giro dopo giro, i temp piu’ bassi si fanno se a sorreggere la “conoscenza” vi e’ anche la forma fisica.
Che questo campionato offrira’ grandi spunti di carattere sportivo lo testimonia il lottto di nomi che lottano per la vittoria, e per il bene dello sport, anche l’omogeneita’ delle province rappresentate: Ragusa e’ ben rappresentata da Antonio Giglio, giunto sesto assoluto, mentre Messina puo’ applaudire con calore la sorpresa di giornata Giuliano Mancuso, oggi settimo assoluto, che dei tre moschettieri, insieme a Coniglio, ottavo in Assoluta, e Bologna, (decimo assoluto) sembra quello che, ad oggi, possegga la marcia in piu’. Ivan Coniglio, pupillo del Sicilia Racing, continua a crescere e nei mesi a seguire con molta probabilita’ salira’ ancora posizioni di classifica. Chi non ha certo riscosso il risultato ce meritava e’ stato Marco Bologna: per lui, tante cadute in prova speciale, ed un feeling con la nuova TM che e’ da costruire; a discolpa del portacolori del Paddock Smmart Post team gioca l’arrivo della moto da gara praticamente un giorno prima della trasferta programmata. Gran bella lotta per le posizioni di rilevo di classifica, tra Antonio Arcuri e Salvo Giammona: chiudono rispettivamente quarto e quinto in assoluta. Questa l’anteprima in tempo reale della gara, a breve il servizio dedicato alle varie classi ma va’ citata la performance di Francesco Marchese, che con il suo cinquantino non solo ha vinto la classe, ma si e’ conquistato anche la trentacinquesima posizione in assoluta, precedendo mezzi ben piu’ potenti e piloti blasonati.

20140216-163649.jpg

LINK ALLE CLASSIFICHE: http://enduro.ficr.it/body_stagetimes.asp?p_Anno=2014&p_Codice=36&p_Manifestazione=8&p_Gara=1&p_Giornata=1&p_Rilevazione=16&p_Gruppo=ALL&p_Classe=ALL

Condividi con i tuoi amici

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.