Le emozioni e i pensieri di Marco D’Arpa “raccolte” al volo a sette ore dal “giorno zero”

Poche ore al via, una grande emozione e tensione alle stelle per l'impegno sportivo più gravoso che team siciliano possa affrontare. Ecco "al volo" cosa passa per la testa di uno degli uomini più "discussi" del nostro panorama motoristico regionale, Marco D'Arpa, ideale "capitano" della formazione sicula.

Le emozioni e i pensieri di Marco D’Arpa “raccolte” al volo a sette ore dal “giorno zero”

Poche ore al via, una grande emozione e tensione alle stelle per l’impegno sportivo più gravoso che team siciliano possa affrontare. Ecco “al volo” cosa passa per la testa di uno degli uomini più “discussi” del nostro panorama motoristico regionale, Marco D’Arpa, ideale “capitano” della formazione sicula.

Poche ore ci separano ormai dall’avvio della Six Days,considerata dai più l’olimpiade della moto.

E’ appena trascorsa una settimana dal nostro arrivo,una settimana davvero intensa,che ci ha visti impegnati nelle consuete fasi pre-gara:organizzazione del paddock,messa a punto delle moto,verifiche tecniche e visione delle prove speciali.

I due team durante la parata ufficiale

Non ci si rendeva ancora conto di essere nel turbinio di una manifestazione di livello internazionale fino a quando non ci si è ritrovati nel bel mezzo della parata che ha dato ufficialmente inizio alla tanto attesa Six days.

E’ stato davvero emozionante vedere le bandiere dei nostri due team siciliani sventolare tra quelle delle più forti nazioni del mondo e nello stesso tempo trovarci uniti e compatti nel condividere queste grandi emozioni.

Un fiume di colori ha riempito la via principale della città,attirando pubblico da ogni dove,che acclamava entusiasta il passaggio delle squadre;la parata è stata aperta dalle forza dell’ordine,seguite a ruota dalle squadre che rappresentano le nazioni di tutto il mondo,seguite a loro volta dai Club italiani e dal gruppo degli organizzatori.

La parata, che ha visto il suo inizio dalla piazza del Municipio,è terminata nell’area dedicata al parco chiuso e al paddock,dove le squadre sono stata presentate singolarmente sul palco  e invitate,come da usanza, a deporre la bandiera della propria nazione.

E’ indescrivibile l’emozione che abbiamo provato nel momento in cui i nostri due motoclub sono stati presentati al pubblico e invitati a salire sul palco….l’orgoglio e

La presenza femminile non guasta mai...

la felicità di  poter dire “io c’ero”

Adesso,a meno di 24 ore dalla partenza,ci si appresta a completare gli ultimi preparativi:preparare i camion che  saranno impegnati nell’assistenza ai veri C.O e accordarsi con gli 11 club con i quali i due team siciliani dovranno collaborare.

Ma i veri protagonisti di ISDE 2013 sono i nostri piloti che, in  modo diverso l’uno dall’altro, si stanno preparando alla partenza: c’è chi si gode un po’ di relax a mare, chi fa un po’ di shopping e chi,più ansioso,non riesce proprio ad allontanarsi dal paddock.

Che dire se non….in culo alla balena…e comunque vada fieri di aver vissuto il sogno di ogni endurista.

(foto: Giulia Piacentini)

 

Condividi con i tuoi amici

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.