Palermo candidata a Capitale Europea dello Sport 2016

Palermo candidata a Capitale Europea dello Sport 2016: è questo l'ambizioso progetto presentato oggi a villa Niscemi alla stampa nazionale.

Palermo candidata a Capitale Europea dello Sport 2016

A presentare oggi alla stampa  l’iniziativa,e il logo appositamente creato, un “manipolo” di uomini forti in ambito politico e sportivo nazionale. Gran cerimoniere il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, “affiancato” per l’occasione dal vicesindaco Cesare Lapiana, dal presidente del Coni nazionale Giovanni Malagò, dal presidente del Coni regionale Giovanni Caramazza ed in rappresentanza di Aces Europe, l’ente preposto ad approvare la candidatura, John Swanson.

da Sx:Cesare Lapiana (vice-sindaco),John Swanson (Aces Europe),Leoluca Orlando (Sindaco di Palermo),Giovanni Malagò (Presidente Coni Nazionale) e Giovanni Caramazza (Presidente Coni Regionale)

Il titolo di Capitale Europea dello Sport è assegnato annualmente a Bruxelles, presso la sede del Parlamento Europeo, a quelle città facenti parte della Comunità Europea, con più di 500mila abitanti, che, avanzando la propria candidatura, intendono mettere al centro delle proprie politiche economiche e di sviluppo lo sport.

Già da settembre p.v. il Comitato promotore dell’iniziativa presenterà un dossier ad Aces Europe con le opere e le innovazioni mirate allo sviluppo delle attività sportive da mettere in atto per la valorizzazione della città di Palermo. Indubbiamente, se la commissione dovesse esprimere parere favorevole, preferendo Palermo a Praga, altra città che ha presentato la candidatura, probabilmente verrebbero messi in atto interventi strutturali “importanti” mirati a restituire alla cittadinanza strutture, come il Palazzetto dello Sport o il campo di baseball di via dell’olimpo, che attualmente versano in totale stato di abbandono, e contestualmente dovrebbero avvviarsi una serie di progetti nuovi al fine di realizzare nuove infrastrutture sportive al servizio della comunità.

Il sindaco Orlando ritiene di potere riuscire a raccogliere il “testimone” da Torino, città eletta per il 2015, e alle numerose domande dei cronisti in sala, riassumiamo citando una sua risposta: “Palermo basa la sua candidatura su due cose che gli altri non hanno: il mare e il Parco della Favorita”, frase che riteniamo molto “significativa” e indicativa dei (probabili) progetti a breve e medio termine della giunta attuale.

Componenti del Comitato d’Onore

Giovanni MALAGO’, Presidente Coni, Comitato Olimpico Nazionale Italiano

Leoluca ORLANDO, Sindaco di Palermo

Maria Chiara CARROZZA, Ministra per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca

Graziano DELRIO, Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie con delega allo Sport

Giovanni ARDIZZONE, Presidente Assemblea Regionale Siciliana

Rosario CROCETTA, Presidente della Regione Siciliana

Umberto POSTIGLIONE, Prefetto di Palermo

Roberto LAGALLA, Rettore dell’Università degli Studi di Palermo

Giovanni CARAMAZZA, Presidente Coni Sicilia

Michela STANCHERIS, Assessore al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana

Cesare LAPIANA, Vice Sindaco di Palermo

Giampiero TRIZZINO, Presidente IV Commissione Ambiente, Territorio e Sport dell’Assemblea Regionale Siciliana

Condividi con i tuoi amici

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.