“Doppietta” di Cairoli in Svezia: il gatto e il topo!

Ed è doppia vittoria ad Uddevalla, in Svezia, per Toni Cairoli. Il forte pilota pattese ha azzeccato entrambe le partenze, ed ha tagliato il traguardo primo sia in gara 1 che in gara 2, siglando di fatto i 60 GP vinti.

“Doppietta” di Cairoli in Svezia: il gatto e il topo!

In gara 1 l’hole-shot è per Nagl, ma dura poco, giusto un paio di metri, la posizione del tedesco, che si vede scavalcato praticamente subito da Cairoli, che prende la testa del comando e non la lascia più sino al traguardo. In gara 2, Toni non lascia agli avversari neanche l’hole-shot, parte a razzo e prende un pò di vantaggio, ma la vera gara, e gli episodi che rendono divertente il GP, sono per le posizioni di rincalzo. Paulin, diretto inseguitore in campionato di Cairoli, butta letteralmente fuori Frossard,  mentre l’Italia del tassello gioisce, anche se per  poco, per la terza posizione occupata da Davide Guarneri, che prova in tutti i modi ad opporsi agli inseguitori, tra cui De Dycker, compagno di squadra di Toni nel team RedBull De Carli. E mentre Paulin commette l’ennesimo errore, e perde posizioni,  Ken De Dycker si porta in seconda posizione, alle spalle di Cairoli, mentre per la terza piazza è lotta dura tra Searle e Desalle, duello che dura sino alla fine, con il belga che tenta in tutti i modi di innervosire Searle, ma l’inglese non si scompone, e nonostante i tanti incroci di traiettoria di cui i due si sono resi protagonisti, riesce a tenere la posizione.

Nel frattempo, a tre quarti di gara 2, Cairoli si scompone in un tratto in discesa, ma ai più sembra quasi un errore voluto, quasi a voler far passare il compagno di squadra De Dycker, il quale non si lascia pregare e prende la testa della gara. Forse, De Dicker, ci sperava nella vittoria, ma Cairoli sembra proprio giocare al gatto e al topo, e non appena si rende conto che, nella foga del duello per la terza posizione, Searle e Desalle sono prossimi a raggiungerlo, con la facilità di sempre allunga il passo, supera il compagno di squadra De Dycker e ritorna al comando, mettendo anche del “terreno” tra lui e gli inseguitori.

“Ho trovato un buon feeling con la moto e il difficile terreno della pista – ha dichiarato Cairoli a fine gara - meglio di quanto mi aspettassi.Con la vittoria di oggi sono 60 i gp vinti, sono molto contento. Ho cercato di guidare pulito, facendo scorrere la moto, per non affaticare eccessivamente il ginocchio dolente”.

Finisce così la trasferta in terra svedese, con Cairoli sul podio e con De Dycker sul secondo gradino, mentre Clement Desalle, in virtù del risultato conseguito in gara 1, occupa il terzo gradino.

Adesso Cairoli si presenta alla prossima gara, il 7 luglio in Lettonia, con 467 punti in classifica generale, e 71 punti di vantaggio sul diretto inseguitore Gautier Paulin, mentre subito dietro, a quota 372, in virtù del buon risultato di oggi, si piazza Desalle, che precede De Dycker a quota 359.

Condividi con i tuoi amici

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.