MotoGP ad Assen: Rossiiiiiiiiiiii c’è! Il ritorno del “dottore”

MotoGP ad Assen: Rossiiiiiiiiiiii  c’è! Il ritorno del “dottore”

Lo davano per “bollito”, pronto al ritiro, e Lui ha aspettato il momento giusto per dire la sua, a modo suo: non ha solo vinto, ma, a quattro giri dal termine, quando gli altri, e per altri intendiamo Marquez, Crutchlow, Pedrosa e quel mito di Lorenzo, calavano il ritmo, Valentino Rossi ha iniziato ad abbassare i tempi, ad allungare il distacco, quasi a voler “mortificare”, annientare psicologicamente, come solo lui sà fare, i suoi avversari.

Il film della gara vede Lorenzo partire dall’ultima posizione della griglia di motogp, con una clavicola rotta ed operata appena 24 ore prima del via. Riuscite a comprendere il “carattere” del pilota maiorchino, cari lettori motociclisti? Comprendete lo sprezzo del pericolo, il non ragionare che, in caso di ulteriore caduta, per la sua clavicola le conseguenze sarebbero state veramente serie?Bene, con Lorenzo al via, e’ comunque Pedrosa a prendere il via ed il comando della gara, lui che in qualifica non aveva certo brillato, con Marquez  e Crutchlow dietro, ma a un passo c’è Valentino Rossi. E mentre Lorenzo in un paio di giri si porta in quinta posizione, Valentino Rossi annulla di colpo il divario finora esistito tra le Honda e le Yamaha, e inizia una serie di giri veloci, uno dietro l’altro. Il primo a “cadere” nella rete del tavulliano è Marquez, poi tocca inesorabilmente a Pedrosa, e da allora in poi, non c’è storia per il gradino più alto del podio, con Lorenzo che a tre quarti gara ritorna “umano”, ed è costretto a calare il ritmo, con Marquez “seminato” negli ultimi giri in modo imbarazzante da Rossi, e con l’inglese Crutchlow che all’ultima tornata tenta un attacco suicida su Marquez, a caccia del secondo gradino del podio ma per fortuna restano entrambi in piedi e finisce con il giovane spagnolo secondo dietro a Rossi. In quarta posizione Dani Pedrosa, ma oggi è proprio la giornata della Yamaha, con Lorenzo che chiude quinto, e raggranella punti preziosi al fine del Mondiale. Decisamente imbarazzante la prestazione delle Ducati ufficiali, mai apparse in partita, con tempi oltre un secondo rispetto ai primi, alla fine chiudono Dovizioso in decima e Hayden in undicesima posizione. Meglio di loro hanno fatto il tedesco Bradl, sesto, Bautista, settimo, Espargarò ottavo e Smith, nono.

Prossimo appuntamento con il circus mondiale il 14 luglio per il Gp di Germania.

LA CLASSIFICA FINALE DI ASSEN

1 25 46 Valentino ROSSI ITA Yamaha Factory Racing Yamaha 171.0 41’25.202
2 20 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 170.9 +2.170
3 16 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 170.7 +4.073
4 13 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 170.5 +7.832
5 11 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 170.0 +15.510
6 10 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 169.1 +27.519
7 9 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 168.9 +31.598
8 8 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 168.8 +32.405
9 7 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 168.7 +33.751
10 6 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 168.7 +33.801
11 5 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 168.7 +34.371
12 4 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 167.1 +57.674
13 3 29 Andrea IANNONE ITA Energy T.I. Pramac Racing Ducati 166.9 +1’01.424
14 2 51 Michele PIRRO ITA Ignite Pramac Racing Ducati 166.9 +1’01.561
15 1 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing ART 166.7 +1’04.426
16 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda-Suter 166.3 +1’11.114
17 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 166.0 +1’15.249
18 71 Claudio CORTI ITA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 165.4 +1’24.884
19 68 Yonny HERNANDEZ COL Paul Bird Motorsport ART 165.3 +1’25.854
20 8 Hector BARBERA SPA Avintia Blusens FTR 165.3 +1’25.978
21 67 Bryan STARING AUS GO&FUN Honda Gresini FTR Honda 165.3 +1’26.256
22 70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport PBM 165.3 +1’26.610
23 22 Ivan SILVA SPA Avintia Blusens FTR 164.5 +1’38.173

LA CLASSIFICA DEL MONDIALE DOPO ASSEN

Pos. Pilota Moto Nazione Punti

1 Dani PEDROSA Honda SPA 136

2 Jorge LORENZO Yamaha SPA 127

3 Marc MARQUEZ Honda SPA 113

4 Cal CRUTCHLOW Yamaha GBR 87

5 Valentino ROSSI Yamaha ITA 85

6 Andrea DOVIZIOSO Ducati ITA 65

7 Stefan BRADL Honda GER 51

8 Nicky HAYDEN Ducati USA 50

9 Alvaro BAUTISTA Honda SPA 47

10 Aleix ESPARGARO ART SPA 44

11 Bradley SMITH Yamaha GBR 41

12 Michele PIRRO Ducati ITA 30

13 Andrea IANNONE Ducati ITA 24

14 Randy DE PUNIET ART FRA 15

15 Hector BARBERA FTR SPA 13

16 Danilo PETRUCCI Ioda-Suter ITA 13

17 Colin EDWARDS FTR Kawasaki USA 10

18 Ben SPIES Ducati USA 9

19 Yonny HERNANDEZ ART COL 6

20 Claudio CORTI FTR Kawasaki ITA 4

21 Michael LAVERTY PBM GBR 3

22 Karel ABRAHAM ART CZE 3

23 Bryan STARING FTR Honda AUS 2

24 Hiroshi AOYAMA FTR JPN 1

25 Javier DEL AMOR FTR SPA 1

Condividi con i tuoi amici

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.