Sbk, Melandri “show” a Monza: in gara 1 realizza anche il record di velocità

Sbk, Melandri “show” a Monza: in gara 1 realizza anche il record di velocità

Con la prestazione di ieri Marco Melandri cancella di colpo le ombre di una stagione iniziata non al meglio. Il pilota ravennate conquista un meritato successo in gara 1, ed una seconda posizione in gara 2, guidando in modo preciso e determinato, conquistando il gradino più alto del podio alla fine di una lunga battaglia con Tom Sykes, alfiere Kawasaki, ed Eugene Laverty, pilota ufficiale del team Aprilia in Sbk, giunti peraltro nell’ordine al traguardo. Melandri con la performance di ieri, conquista anche il primato della “velocità media” in una gara di Superbike, 201,814 km\h la strepitosa media di Marco, record che era imbattuto dal 2000 (Hockeneheim).

Il riscatto per il team Aprilia giunge in gara 2: Eugene Laverty supera il compagno di squadra Guintoli a un paio di giri dal termine, stessa cosa riesce a Melandri che prova in tutti i modi a bissare il successo di gara 1 per chiudere la giornata di Monza con il punteggio pieno, ma stavolta Laverty è determinato a non concedere nulla e a portarsi a casa il primo posto di Gara 2.

Chi è sempre lì e Tom Sykes: l’alfiere della Kawasaki scavalca anch’egli sul finire Silvayn Guintoli e conquista il terzo gradino del podio. La conferma del buon momento di Aprilia giunge anche dalla ottima performance di Michel Fabrizio, alla guida di una Aprilia del Team satellite Red Devils di Roma: Fabrizio è tornato a lottare con caparbietà con i piloti di testa, e porta a casa un sesto e un quinto posto nelle due gare di ieri.

Il quarto appuntamento con il Mondiale moto più divertente e combattuto delinea un quartetto di piloti che si contendono, gara per gara, i punti in palio sino all’ultima curva, contribuendo quindi a creare una classifica assoluta provvisoria molto compatta, con distacchi decisamente ridotti, ed “aperta” a variazioni gara dopo gara.

Al momento è ancora l’Aprilia a dettar legge, con Sylvain Guintoli in testa a quota 137 punti, seguito da Eugene Laverty a quota 124; terzo Sykes e la sua Kawasaki, a 119 punti, mentre riprende quota Melandri e la Bmw, con 96 punti all’attivo.

Prossimo appuntamento con il Circus Sbk  sarà in Inghilterra, sul circuito di Donington , il 26 maggio

CLASSIFICA GARA 1

1. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 30’54.925
2. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 30’55.010
3. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 30’55.032
4. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 30’56.769
5. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 31’02.554
6. Michel Fabrizio (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 31’03.332
7. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 31’10.480
8. Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 31’11.390
9. Leon Camier (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 31’11.593
10. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 31’21.745
11. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 31’33.833
12. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale R 31’33.876
13. Fabrizio Lai (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 31’47.713
14. Kosuke Akiyoshi (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 31’50.814
15. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 31’50.931
16. Mark Aitchison (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 31’51.752
17. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 31’54.470
RT. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 14’33.976
CLASSIFICA GARA 2
1. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 30’59.653
2. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 30’59.796
3. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 31’00.378
4. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 31’01.272
5. Michel Fabrizio (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 31’09.618
6. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 31’09.719
7. Leon Camier (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 31’11.894
8. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 31’29.424
9. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 31’34.658
10. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale R 31’41.410
11. Fabrizio Lai (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 31’52.232
12. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 32’28.425
13. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 31’06.572
RT. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 19’01.771
RT. Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 11’20.596
RT. Kosuke Akiyoshi (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 7’06.643
RT. Mark Aitchison (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 5’31.798
RT. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1’47.465
2013 – FIM Superbike World Championship – CLASSIFICA DOPO QUATTRO PROVE
1. Sylvain Guintoli (Aprilia) 137
2. Eugene Laverty (Aprilia) 124
3. Tom Sykes (Kawasaki) 119
4. Marco Melandri (BMW) 96
5. Chaz Davies (BMW) 94
6. Loris Baz (Kawasaki) 75
7. Michel Fabrizio (Aprilia) 74
8. Jonathan Rea (Honda) 71
9. Davide Giugliano (Aprilia) 49
10. Leon Camier (Suzuki) 46
11. Jules Cluzel (Suzuki) 41
12. Max Neukirchner (Ducati) 39
13. Ayrton Badovini (Ducati) 32
14. Carlos Checa (Ducati) 29
15. Leon Haslam (Honda) 29
16. Ivan Clementi (BMW) 14
17. Federico Sandi (Kawasaki) 12
18. Fabrizio Lai (Kawasaki) 8
19. Alexander Lundh (Kawasaki) 7
20. Vittorio Iannuzzo (BMW) 6
21. Glen Allerton (BMW) 6
22. Jamie Stauffer (Honda) 4
23. Kosuke Akiyoshi (Honda) 2
24. Mark Aitchison (Ducati) 2

Condividi con i tuoi amici

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.