MotoGP: Pedrosa “Re” di Spagna, Marquez, che spettacolo!

E' Pedrosa il vincitore del terzo gp della stagione 2013. Dietro di lui Marquez, che sorpassa Lorenzo all'ultima curva facendo a spallate al limite della regolarità.Solo quarto Rossi, che non è sembrato mai essere "in partita" per il podio. Marc Marquez leader provvisorio del Mondiale.

MotoGP: Pedrosa “Re” di Spagna, Marquez, che spettacolo!

Jorge Lorenzo

Al “pronti via” Lorenzo è lesto ma Pedrosa è lì a ribadire che la leadership delle partenze è sua, e così Dani prende la testa della gara, ed incurante di ciò che accade dietro, inizia a martellare sui tempi, prendnedo un vantaggio che riuscirà a mantenere e a gestire sino alla fine. Chiusa la storia per il gradino più alto del podio, la gara vive tutta sui duelli che vengono a crearsi dietro il leader, e così, tolto un afflato unico di Rossi, che passa Marquez e tiene la terza posizione solo per un giro, sono le due differenti personalità in pista, quella di Lorenzo e quella di Marquez a tenere “banco”. Marc ci prova in tutti i modi, stacca sempre al limite, prende rischi pazzeschi, và a mettere le ruote quasi sull’erba, per lui  i cordoli son lisci uguale alla pista, ma Lorenzo contrappone nervi di acciaio e un temperamento di ghiaccio, e contiene bene Marquez, sino all’ultimo giro quando Marc stacca lungo, si infila all’interno e “usa” Lorenzo come appoggio per chiudere la curva, con Lorenzo, che non ha gradito affatto la manovra del giovane, beffato a pochi metri dal traguardo.

Valentino Rossi

Dietro di loro, in quarta posizione, Valentino Rossi, che sembra avere perso reattività nella prima parte delle gara, al punto da non riuscire a tenere il passo dei tre spagnoli di testa quantomeno per i primi quattordici giri. ” mi aspettavo di meglio -ha dichiarato Rossi a fine gara- si pensava di arrivare davanti alle Honda, e invece sono arrivate avanti loro, pensavo di andare a podio e non ci sono riuscito, nei primi giri devo migliorare qualcosa all’avantreno, la moto và meglio da metà gara non appena si scarica un pò di peso del carburante, comunque alla fine loro tre sono stati più bravi ed è giusto sia finita così”.

Gran duello dietro tra Bautista e Bradl, con il tedesco che si stende da solo il giro dopo, mentre chi stoicamente cerca di mantenere il passo è Cal Crutchlow, che guida dolorante per i postumi di una brutta caduta occorsagli nelle prove, e conclude meritatamente al quinto posto, davanti a Bautista.

Ancora luci e ombre per le Ducati ufficiali: oggi Hayden,settimo, và meglio di Andra Dovizioso, ottavo, che a un certo punto si è trovato a lottare con la Crt di Espargaro, nonostante la Ducati abbia nel motore quasi quindici chilometri\ora in più di velocità finale. Alla fine, nel Mondiale monogomma Bridgestone, è la migliore affinità tra la moto e la gomma a fare la differenza, e a Jerez la Honda ha sfoggiato un equilibrio eccellente tra ciclistica e prestazioni che le ha permesso di sfruttare al meglio le coperture su un asfalto dalle temperature elevate.

COSI’  AL TRAGUARDO OGGI A JEREZ (GP DI SPAGNA)

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora/Distanza
1 25 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 158.1 45’17.632
2 20 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 158.0 +2.487
3 16 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 157.8 +5.089
4 13 46 Valentino ROSSI ITA Yamaha Factory Racing Yamaha 157.6 +8.914
5 11 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 157.4 +12.663
6 10 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 157.3 +15.094
7 9 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 156.7 +25.632
8 8 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 155.7 +41.881
9 7 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 155.6 +43.812
10 6 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 155.6 +44.461
11 5 51 Michele PIRRO ITA Ducati Test Team Ducati 155.5 +45.974
12 4 8 Hector BARBERA SPA Avintia Blusens FTR 154.7 +59.859
13 3 70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport PBM 154.2 +1’09.743
14 2 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda-Suter 153.7 +1’17.813
15 1 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 153.7 +1’18.177
16 67 Bryan STARING AUS GO&FUN Honda Gresini FTR Honda 153.7 +1’18.928
17 71 Claudio CORTI ITA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 153.7 +1’19.307
18 7 Hiroshi AOYAMA JPN Avintia Blusens FTR 153.7 +1’19.457
Non classificato
6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 155.1 24 Giri
29 Andrea IANNONE ITA Energy T.I. Pramac Racing Ducati 154.3 24 Giri
52 Lukas PESEK CZE Came IodaRacing Project Ioda-Suter 150.8 24 Giri
14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 151.2 25 Giri
68 Yonny HERNANDEZ COL Paul Bird Motorsport ART 148.9 25 Giri

LA CLASSIFICA DEL MONDIALE MOTOGP DOPO TRE PROVE

Pos. Pilota Moto Nazione Punti
1 Marc MARQUEZ Honda SPA 61
2 Dani PEDROSA Honda SPA 58
3 Jorge LORENZO Yamaha SPA 57
4 Valentino ROSSI Yamaha ITA 43
5 Cal CRUTCHLOW Yamaha GBR 35
6 Alvaro BAUTISTA Honda SPA 28
7 Andrea DOVIZIOSO Ducati ITA 26
8 Nicky HAYDEN Ducati USA 24
9 Aleix ESPARGARO ART SPA 17
10 Andrea IANNONE Ducati ITA 13
11 Stefan BRADL Honda GER 11
12 Bradley SMITH Yamaha GBR 10
13 Ben SPIES Ducati USA 9
14 Hector BARBERA FTR SPA 7
15 Randy DE PUNIET ART FRA 6
16 Michele PIRRO Ducati ITA 5
17 Michael LAVERTY PBM GBR 3
18 Yonny HERNANDEZ ART COL 3
19 Danilo PETRUCCI Ioda-Suter ITA 2
20 Colin EDWARDS FTR Kawasaki USA 1
21 Hiroshi AOYAMA FTR JPN 1

Condividi con i tuoi amici

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.