Il Presidente Fmi Sesti: Lettera Aperta sui diritti televisivi del Motomondiale 2013

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta a firma del Presidente della Federmoto Sesti in merito alla "querelle" dei diritti relativi alla MotoGP.

Il Presidente Fmi Sesti: Lettera Aperta sui diritti televisivi del Motomondiale 2013

La recente notizia dell’interruzione delle trattative fra Dorna e RAI per l’acquisizione dei
secondi diritti Tv del Motomondiale è un segnale di allarme e di sconcerto per tutto il
mondo delle due ruote a motore. Sarebbe una perdita grave per l’istituzionale servizio
pubblico che, dal 2002, offre una copertura televisiva e radiofonica di fondamentale
completamento e competenza.
A nome di tutta la Federazione Motociclistica Italiana e di tutti gli appassionati di motori,
esorto i vertici di Rai Sport a trovare una soluzione per continuare ad offrire un servizio
indispensabile nell’approfondimento e nel supporto e non solo perché il motociclismo è
uno degli sport più seguiti in Italia. Il mondo della moto è passione, ma anche energie
umane e lavorative, è prestigiosa tradizione italiana ed è anche un importante
investimento per il futuro con i tanti giovani piloti impegnati ai massimi livelli.
Auspico quindi in un ripensamento da parte dei vertici RAI per poter continuare a seguire
servizi ed approfondimenti sia televisivi che radiofonici sul Motomondiale, massima
espressione del nostro Sport.

Cordialità,

Il Presidente
Paolo Sesti

Condividi con i tuoi amici

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.