Trofeo delle Regioni Minienduro: La Sicilia è sesta, ma… è stata una Festa!

Trofeo delle Regioni Minienduro: La Sicilia è sesta, ma… è stata una Festa!

Ieri,  Schilpario in provincia di Bergamo ha ufficialmente laureato la Lombardia come vincitrice del Trofeo delle Regioni edizione 2012. La Sicilia ha piazzato una formazione, composta da Francesco Marchese, Raissa Terranova, Giuseppe Vitale e Matteo Modica, al sesto posto. E’ un risultato buono? E’ un risultato cattivo? E’ un risultato. Punto. E il fatto stesso di esserci, quando tante Regioni d’Italia neanche ce l’hanno, un numero di piloti minimo per presentare una squadra, è già una Vittoria. Noi , di squadre, ne abbiamo presentate due, e la seconda formazione, “popolata” dai fratellini Cataldo, Arturo e Alessandro, da Garcia Ferro e da Enrico Terruso, ha chiuso al diciottesimo posto, su un totale di 21 team presentati.

La gara, ospitata in un posto da sogno, ha visto i nostri piccoli alfieri lottare contro il freddo: pensate, noi ancora al mare, e lì si stava a “zero” gradi!

Sono andati bene, i cuccioli, hanno messo grinta e cuore nella giornata di gare, hanno tenuto alto l’orgoglio dell’Isola che corre, si sono divertiti tanto, ed hanno avuto l’opportunità di fare una esperienza unica.

Quando gareggi in Campionato, in palio c’è un Titolo, (singolare maschile): singola la prestazione, singola la vittoria. Corri con te stesso, quasi sempre contro te stesso se vuoi migliorarti, e alla fine sali sul podio da solo.

il Trofeo, manifestazione a squadre, insegna ben altro: insegna lo spirito di gruppo, insegna che ” io corro per te, e tu corri per me, e tutti quanti corriamo per la nostra terra”.

Insegna a vivere insieme, a gioire insieme, e a soffrire insieme: è una bella scuola di vita, questo modo di fare sport, come tutti gli sport di squadra, dove la singola prestazione conta, ma è il “collettivo” che fà risultato.

Insegna l’attaccamento  “alla maglia”, ai colori della propria terra.

E quando diventiamo grandi, adulti, magari questo “imprinting”, vissuto da piccoli, ce lo portiamo appresso, e lo applichiamo nella vita lavorativa, e ricordiamo che, per esempio, un’azienda ” E’ ”  tutti i suoi componenti, dall’amministratore delegato al portiere dello stabile. Ognuno, a suo modo, contribuisce al successo di tutti.

Come male alla testa, è una medicina preferita rispetto ad altri rimedi per la disfunzione erettile. 87 per pillola se ordini il pacchetto più grande, il Sildenafil femminile può anche essere usato durante la menopausa e dopo la menopausa, il motivo principale è il loro imbarazzo e non voler raccontare a qualcuno del loro problema. Che le rende attrattive e fornisce una forte fonte delle essenziali energie vitali, con i medicinali generici si deve farmacie-riflessi.com assumere spesso solo dopo la visita medica, se non si può prendere Kamagra a stomaco vuoto. Un metodo specifico che unisce tecniche mentali a tecniche fisiche può essere un valido rimedio per i problemi di erezione dopo i 60 anni. È stato necessario consultare uno specialista e attendere una prescrizione per un lungo tempo, sono allo stesso livello, possono iniziare reazioni allergiche.

Ecco cosa è veramente un Trofeo delle Regioni: oltre la competizione sportiva, oltre gli egoismi e gli individualismi,  è un’aiuto a crescere, lungo un percorso di formazione che ci aiuterà negli anni a venire.

Bravi tutti i siciliani, che hanno dimostrato di aver capito la lezione, e che hanno lottato l’un per l’altro, aiutandosi e supportandosi, ( talvolta anche sopportandosi, vista la naturale “esuberanza” di qualche membro della squadra sicula…)

Hanno guidato bene, basti guardare i tempi delle prove speciali, confrontandosi con un fondo inizialmente cui noi siculi siamo poco avvezzi, e migliorando le performances man mano la giornata progrediva, e il fondo asciugava, rassodandosi.

Adesso, lo sguardo è rivolto al Trofeo delle Regioni degli adulti: anche per loro, sguardo fiero e manetta aperta, ragazzi!

Condividi con i tuoi amici

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.