“Quello che tutti vorrebbero dire ma nessuno dice!”: Turi Leonardi svela le reali motivazioni che lo hanno portato al punto di rompere con il pres. Mezzasalma

“Quello che tutti vorrebbero dire ma nessuno dice!”: Turi Leonardi svela le reali motivazioni che lo hanno portato al punto di rompere con il pres. Mezzasalma

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO QUESTA LETTERA DA PARTE DEL SIG.TURI LEONARDI

 AL PRESIDENTE  F.M.I. PAOLO SESTI

Al Vice Presidente Fabio Larceri

Al Segretario Generale Alberto Rinaldelli

A tutto il consiglio di Presidenza

A tutti i consiglieri Federali

Al Vice Presidente CO.RE. F.M.I. Sicilia Salvo Muscaiona

Al segretario   CO.RE. F.M.I. Sicilia Santi Guardo

A tutti i delegati PROVINCIALI F.M.I. DELLA SICILIA

A TUTTI I PRESIDENTI  DEI M.C. SICILIANI

A TUTTI GLI SPORTIVI

AL PRESIDENTE CO.RE. F.M.I. SICILIA

FRANCESCO MEZZASALMA

QUELLO CHE TUTTI VORREBBERO DIRE MA NESSUNO DICE !

Egregi;

Presidente Paolo Sesti, consiglieri di presidenza, consiglieri Federali, Salvo Muscaiona, Santi Guardo, delegati Provinciali della Sicilia, Presidenti di MC della Sicilia, amici sportivi. Prima di rivolgermi al Presidente del CO.RE. FMI Sicilia Francesco Mezzasalma, Scrivo queste breve parole per mettervi a conoscenza di quello che sta succedendo in Sicilia ormai da parecchi anni e per farvi capire meglio il perché della mia richiesta di dimissioni al presidente MEZZASALMA.

Nei primi anni che ho conosciuto FRANCESCO MEZZASALMA sembrava intelligente ,educato,energico,coerente, una persona che aveva a cuore il motociclismo, una persona di compagnia, una persona giusta a cui non  piacevano le guerre, insomma una persona degna di ricoprire la carica di PRESIDENTE DEL CO.RE. FMI Sicilia. Ma con grande stupore una volta conquistato il titolo di presidente, costui cambia carattere e diventa l’opposto di quello che si presentava agli occhi di tutti. Infatti iniziano le guerre,il suo essere autoritario,nervoso,eccentrico,vanitoso,spaccone GUERRAFONDAIO fu la causa di: Moto club che non si riaffiliarono più alla federazione , piloti, amici sportivi e collaboratori del CO.RE. che scapparono, con un grande calo di manifestazioni e di licenze. Io essendo la persona più vicina a lui come collaboratore, più volte lo ripresi su alcuni atteggiamenti ed azioni  negative nei confronti di tanti nostri amici,collaboratori,sportivi e presidenti di moto club. Questo diede inizio ad un duro confronto e scontro tra me e francesco,in forma privata, fino ad arrivare al punto di volermi dimettere da responsabile del settore enduro in sicilia con un comunicato che in realtà non stava a rappresentare i fatti reali  solo per difendere ciò che in questi anni io e tanti sportivi uguali a me siamo stati in grado di creare e di mantenere. Solo dopo il mio comunicato il signor francesco si permette di attaccarmi con una e-mail che ho ben custodita, piena di insulti, calunnie e bugie che farebbero rabbrividire anche  il peggior essere umano che esista . Da questo scaturisce tutto quello che troverete scritto sotto rivolto al presidente francesco………in breve chiedo: LE SUE DIMISSIONI.

Per quanto riguarda il mio incarico di delegato provinciale, rimetto tutto nelle mani del presidente Paolo Sesti e se lo riterrà opportuno darò le mie dimissioni da questo incarico e sono pronto a consegnare anche la tessera FMI che io ho da 35 anni compreso la licenza nazionale enduro 2012.

____________________________________________________________________________

 

Egregio sign. Presidente Del CO.RE. F.M.I. SICILIA,

Pure io registro la sua risposta, alle sue email e in particolare alla sua prima EMAIL con insulti, calunnie e bugie sulla mia persona e sul mio operato. Registro pure che lei nn ha fatto nulla perchè io rimanessi a collaborare come responsabile enduro e per tutto quello che ho fatto negli ultimi 22 anni all’interno della FMI , prima come pilota titolato campione regionale major 1994 e in contemporanea come coordinatore di un moto club che si è distinto da 22 anni organizzando gare provinciali,regionali, nazionali, europee e per finire gara del mondiale enduro 2011, direi oltre 40 manifestazioni competitive; ma questo lo sa benissimo!

Lei dimentica troppo presto carissimo presidente!! Dimentica anche che noi due, o meglio il sottoscritto con lei a seguito , dal 2003 abbiamo sistemato una situazione nel settore enduro qui in sicilia, che era veramente penosa e abbiamo portato il campionato Enduro FMI ad altissimi livelli. Questo fino a quando io la proposi come vice presidente del CO.RE. sicilia, ( si ricordi che lei era un emerito sconosciuto) si prosegue ancora proponendolo anche come presidente del CO.RE FMI Sicilia, vince con largo consenso le elezioni federali in sicilia.

Ma questo lei non  lo ricorda, lei non deve ringraziare nessuno, perchè lei è  tutto e lei è il tutto, tutti gli altri sono SCARSI !! (queste sono sue parole) ed è questo uno dei mille motivi che fanno scappare tutti, devono fare quello che dice lei, anche se è SBAGLIATO.

Si ricordi che con il suo carattere lei ha fatto scappare parecchie persone che facevano parte della FMI, ha fatto scappare tanti Moto club,  è vero che tanti altri si sono affiliati, ma è anche vero che questi presto andranno via per colpa sua.

Si ricordi, e questo nn lo dovrà mai dimenticare ,che con il suo carattere ha fatto si, che il sottoscritto lasciasse un ruolo espletato in maniera esemplare ( queste sono sue parole dette verbalmente e scritte anche nel sito FMISICILIA e quelle della maggior parte dei MC siciliani e di tutti i piloti). E per giunta lei sfotte la mia persona con questa sua email, e ancora di più grave, mi manda una email personale sotto il nome ed il ruolo che lei riveste (presidente CO.RE. Sicilia FMI) con insulti, calunnie e bugie sulla mia persona e sul ruolo che io ho coperto, e non si limita a questo ; lei mi racconta che i miei amici personali mi sparlano alle spalle e fanno il doppio gioco con me. Mettiamo il caso che fosse vero ( comunque la sua è solo una grande CATTIVERIA)……….lei caro presidente  non si può permettere il lusso di dirmi queste cose, solo per cercare di farmi ammazzare con i miei fraterni amici (e si ricordi che sono solo miei amici, e non suoi, lei non ha amici, lei odia tutti e tutto, parole sue). Comunque questa sua  email è ben conservata e la custodirò ben cara. E poi il perché di questa sua email? Solo perché non mi sentivo più di fare il responsabile enduro in sicilia?! Ma si rende conto di quello che ha scritto?!

Lei non è quello che tutti noi sportivi siciliani credevamo che fosse. Ho conosciuto diversi presidenti qui in sicilia, ma lei è unico ( in senso negativo) Lei si dimentica anche che il sottoscritto è riuscito a far avvicinare per l’anno 2012 alla FEDERAZIONE MOTOCICLISTICA ITALIANA di grande rispetto sportivo : Il sig. Salvo Catinello, che era il responsabile del settore cross di un’ente di promozione sportiva e quest’ anno finalmente il cross in sicilia dovrebbe ritornare con i numeri dei piloti di diversi anni fa, quando ancora lei era un emerito sconosciuto, e lei anche qui con la sua grande arroganza e presunzione aveva distrutto il il cross federale in sicilia. Vogliamo parlare dell’enduro?….ricordi che il sottoscritto prima di non dare più la sua disponibilità come responsabile enduro, ha rifatto avvicinare diversi M.C. e diversi piloti , che lei con il suo modo di fare aveva fatto scappare. Io ho fatto avvicinare diversi piloti che lei trattandoli malamente ha fatto scappare presso un’ente di promozione sportiva. Il sottoscritto non si è preso alcuna paternità (lei lo ha sempre fatto), il sottoscritto non ha mai manifestato mania di grandezza e non si è mai montato la testa ( LEI SI, manifestandolo sempre con tutti sia in discussione , sia quando lei scrive sul sito FMISCILIA).

Caro presidente lei ha fatto scoprire le sue carte truccate, il suo vero carattere. Lei ha solo una GRANDE DOTE: E’ UN GRANDE ATTORE, VUOLE FARE SEMPRE LA PRIMA DONNA!!

Lei non dirà mai grazie e non lo dovrà dire, perché il sottoscritto ha lavorato sempre duramente per sviluppare e far crescere lo sport in sicilia, ma certamente io non l’ho fatto per lei, ma solo ed esclusivamente in nome della FEDERAZIONE MOTOCICLISTICA ITALIANA e questo per ventidue anni ininterrottamente, senza chiedere o pretendere nulla da nessuno, da lei pretendo solo il rispetto e non il grazie!

Ci voleva lei con il suo carattere presuntuoso, arrogante, distruttivo e guerrafondaio  a far scappare TUTTI. Si ricordi che i numeri delle licenze e le manifestazioni dei M.C. in sicilia, ci sono solo perché, persone come me hanno lavorato duramente e lei fa di tutto per farli scappare.

Lei tutto questo lo sa, lei sa benissimo che il contenuto della mia email inviata a lei è  inviata a tutti i M.C. siciliani, non illustra perfettamente le reali motivazioni delle mie dimissioni da responsabile settore enduro in sicilia, quella non è tutta la verità…lei sa benissimo che io ho scritto quelle sole motivazioni e non la realtà dei fatti, perché non volevo distruggere (e non lo voglio) quello che io ho contribuito a fare per lo sport siciliano in seno alla FEDERAZIONE MOTOCICLISTICA ITALIANA. Lei sa benissimo che , se per caso io avessi scritto TUTTA LA VERITA’, il motociclismo federale in sicilia poteva scomparire, ma adesso con i suoi continui insulti non posso più tacere e mi auguro che ci sia sempre un continuo  federale in sicilia. Lei sa benissimo che alcuni personaggi che navigano nelle file di enti di promozione sportiva (suoi nemici e tantissimi, io li ne ho solamente uno) ma anche personaggi in seno alla nostra federazione (i suoi nemici e lei anche qui ne ha TANTISSIMI) sono sicuro che questi appassionati di sport  prenderanno le opportune misure per difendere come me lo sport e la FEDERAZIONE MOTOCICLISTICA ITALIANA. Lei fino ad oggi continua ancora ad insultare tutti gli appassionati di moto con arroganza e presunzione come ha fatto con me da circa due anni.

Oltre ad insultarmi con la sua email precedente a questa, mi scrive una seconda e una terza email con quattro parole di liquidazione e di insulti. Non doveva scrivere nulla!! Non mi doveva più insultare!! Non mi doveva più offendere!! così facendo, ancora una volta lei ha contribuito a buttare benzina sul fuoco ( ma fa parte del suo carattere) e ha risvegliato in me quella persona che ama lo sport e non sopporta le persone che vogliono distruggere la FEDERAZIONE MOTOCICLISTICA ITALIANA e di conseguenza il motociclismo in sicilia e la mia persona!!

ED è PER QUESTO CHE IL SOTTOSCRITTO CHIEDE LE SUE DIMISSIONI DA PRESIDENTE DEL CO.RE. F.M.I. SICILIA, E GIUSTAMENTE CHIEDO ANCHE LE DIMISSIONI DEGLI ALTRI DUE COMPONENTI DEL CO.RE. ,PER I QUALI  SINCERAMENTE NUTRO UN GRANDISSIMO RISPETTO SIA PERSONALE CHE SPORTIVO. RIVOLGENDOMI A LORO DICO: CARISSIMI AMICI SONO SICURO CHE VOI PRENDERETE LE GIUSTE DECISIONI, QUELLO CHE VI CHIEDO IN CASO DI NON ACCETTAZIONE DI DIMISSIONI E’ DI  NON STARE AL GIOCO DI GUERRA DEL PRESIDENTE FRANCESCO MEZZASALMA, VOI DUE SAPETE BENISSIMO CHE LO SCOPO DI QUESTO SIGNORE E’ SOLAMENTE QUELLO DI DIMOSTRARE QUANTO E’ BRAVO, ADULARSI,FARE GUERRE PERSONALI E NELLO STESSO TEMPO DISTRUGGERE TUTTO QUELLO CHE NOI E TUTTA LA SICILIA SPORTIVA IN SENO ALLA FEDERAZIONE MOTOCICLISTICA ITALIANA HA CREATO DURAMENTE NEGLI ULTIMI ANNI.

Lo so..caro presidente lei non darà MAI le dimissioni, ma speriamo che almeno queste mie parole lo possano cambiare in meglio, in nome dello sport e della FEDERAZIONE MOTOCICLISTICA ITALIANA, DELLA QUALE IO NE FACCIO PARTE E NE VADO FIERO.

Io non ho paura di dire ciò che penso,sempre. Queste parole sono scritte da me, ma sono certo, rispecchiano il pensiero di tantissimi altri sportivi, che magari si privano di “gridarlo” per paura di ripercussioni sportive, perchè chi ha il potere decisionale potrebbe anche abusarne e lei lo ha fatto e continuerà a farlo.

ACIREALE LI 08-02-2012

 

SALVATORE LEONARDI

-Delegato FMI Prov. Di Catania

-Ex responsabile enduro in sicilia (per mia scelta)

-Organizzatore di oltre 100 eventi sportivi

-Fondatore di un MC che ha la sua storia

-Pilota rally e enduro da sempre

-Un grande appassionato motociclista

Condividi con i tuoi amici

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.