LaSiciliaInMotoTV Puntata n.ro 1

In questa puntata puntata:

-Sfida Impossibile : un campione di downhill sfida in bici un campione di enduro: chi vincerà?

Non date per scontato il successo dei cavalli sui “pedali”: gli streti sentieri di montagna e le curve ad angolo retto ridugono il gap…

- Vini & Balletti: serata da “Oscar”

il noto attore di teatro e cabarettista Giacomo Civiletti conduce il campione Oscar Balletti in un tour per Palermo by night..

-Piccoli, a chi?

la scuola di minienduro è florida in Sicilia: viaggio all’interno degli stages federali

Cairoli alla quinta

un’intervista a ruota libera con il pluricampione di Patti durante uno dei suoi momenti di relax nell’Isola

-Ducati 1199  Panigale

dalle piste alle strade di tutti i giorni: la supersportiva di Borgo Panigale svelata e presentata dal suo creatore, l’ing Domenicali

Condividi con i tuoi amici

6 Risposte a "LaSiciliaInMotoTV Puntata n.ro 1"

  1. Pingback: Anno Nuovo,vita nuova:LaSiciliaInMoto realizza la TV, in onda il numero “zero” e non solo… | www.lasiciliainmoto.com

  2. Paolo Manara  22 febbraio 2012 a 19:49

    Complimenti, davvero realizzato bene, un bel prodotto, spero che ti porti l’interesse che merita perchè sarebbe un bell’appuntamento per il motociclismo siciliano…

  3. Cosimo Materia  22 febbraio 2012 a 20:40

    Ho sempre pensato a questo.

    Ci serve!

    Dall’enduro alle minimoto, passando dagli scooter e la velocità, incontrando motard, pitbike etc.

    Si. Ben fatto ma, parliamo dei Nostri eroi. Ne abbiamo bisogno!

    Non acclamiamo gli ormai “consacrati campioni” solo perchè richiamano sponsor e tutto il resto. Bensì portiamo i partner a chi ha bisogno, per affrontare un percorso duro.

    La passione e il talento non bastano.

    E se, personalmente, posso discutere sul mio di talento, se si aggiunge alla mancanza di quest’ultimo, anche l’inpossibilità di poter provarci, allora stiamo tutti a casa.

    Perchè mi hanno insegnato che, per diventare i primi della classe bisogna rispettare il resto che viene dopo di te.

    Perchè è grazie a loro che ti fregi di quel tanto blasonato N° 1.

    E allora parliamo di tutti e portiamo popolarità al Nostro Meraviglioso Sport.

    Ne guadagneremo tutti.

    Bella davvero questa Vostra iniziativa.

    Cosimo Materia

  4. Francesco La Russa  23 febbraio 2012 a 14:42

    Si ben detto! Parliamo dei nostri campioni!
    Ho visto infatti nel video un campione che però aveva un accento poco siciliano e poi un video che parlava di EICMA!
    Tutto un po siciliano,….. direi!
    Ma ci vogliamo occupare anche di piccole aziende siciliane che nel settore motociclistico (custom) si stanno dando da fare per portare avanti realtà qui sconosciute?
    Visto che state iniziando con questo bel programma perchè non seguite le aziende siciliane in giro per l’europa facendo conoscere e portare alla luce realtà nascoste?
    Capisco che gli interventi nazionali possano dare professionalità al programma, ma credo che ciò di cui vi ho parlato sopra, potrà farvi fare un grosso passo in avanti anche a voi!

    Io sono pronto le mie prossime destinazioni sono:
    - 8-11 MARZO – MOTOR DAYS – ROMA
    - 10-13 MAGGIO – HARLEY DAYS EUROPE FESTIVAL – ST TROPEZ
    - 8-12 LUGLIO SWISS HARLEY DAYS – BRUNNEN – SVIZZERA
    - 4-9 SETTEMBRE – BIKE WEEK – FAAKER SEE – AUSTRIA
    e voi siete pronti?

  5. Direttore  23 febbraio 2012 a 15:44

    Bene, sono contento perchè finalmente un dibattito interessante e dai toni propositivi. Dal 2008 con questo giornale ( e prima ancora con altri che, purtroppo, si sono persi nel tempo vittime dell’indifferenza “commerciale” del settore) “scommetto” sul mondo siciliano, sportivo e non solo, lottando quotidianamente per donare visibilità a sport, artigiani, piloti,enti vari etc.
    Questo mezzo di informazione, per fortuna nostra, e direi anche per chi opera in Sicilia se ha un pizzico di lungimiranza, è letto molto in Sicilia, ma ancor più oltre lo stretto.
    Quando vado in giro, sui campi di gara, non vedo molti giornalisti di settore, se non il sottoscritto.
    Che cerca di dare una mano a chiunque gliela chieda,pilota, sponsor, organizzatore come nel caso del raduno Motoakkianatadimontipiddirinu, cui, con piacere e orgoglio, mettiamo a disposizione il camper-redazione mobile utilizzato come segreteria operativa.
    Il camper và in giro per tutta la Sicilia, e offre ospitalità e i propri mezzi, pochi, scarsi, ma sempre utili, a chi pensa possano servire.
    Ad esempio, durante l’ultima prova di Campionato italiano minienduro ospitata a Palermo, abbiamo consentito al servizio cronometristi di potere utilizzare la nostra rete wireless internet per “lanciare” on line le classifiche, che potevano quindi essere viste in tempo reale sul web per i team in possesso di un pc, e per i meno fortunati, sotto il nostro gazebo nel nostro monitor esterno. E di azioni come queste potrei riempire un libro…
    Ma torniamo alla tv: per confezionare questo numero tv, sono stati spesi dei soldi, tra operatori, montaggio, post-produzione, logistica ( si, logistica, perchè banalmente ed in maniera cruda, anche i conti relativi a cene o altro dei locali pubblici vengono pagati…)
    Ma, a tutto questo, alla voglia di lottare, investire in risorse e competenze per portare avanti la realtà siciliana,insomma, alla mia personale scommessa sulla Sicilia e sui siciliani non abbiamo trovato nessun riscontro. NESSUNA impresa siciliana, del settore e non, ha mai scommesso una lira su di noi. NESSUNA.Eppure tante di loro sono state oggetto di attenzioni mediatiche da parte nostra.
    Allora, nell’ottica della propositività iniziale, io adesso ho mostrato cosa sappiamo e possiamo fare: vogliamo fare una puntata che parli dei piloti siciliani, degli artigiani siciliani, delle gare siciliane, vogliamo continuare a fare un giornale sempre più bello, più presente e più ricco di notizie dedicato ai siciliani: mi aiutate, per favore, a capire dove e come reperire i fondi per la realizzazione della stessa? Qualunque idea e proposta sarà gradita, ma che, per cortesia, non sia quella usata per finanziare l’avventura giornalistica sino a oggi, e televisiva domani: ovvero attingere al mio conto corrente personale…Grato in anticipo per il vostro fattivo contributo
    cordialmente
    Fabio Di Giorgi
    digiorgi@lasiciliainmoto.it

  6. pietro watussy  4 marzo 2012 a 10:11

    stupenda sigla,i video sono molto istruttivi,potrebbero introdurre tanti a partecipare a gare professionistiche,inserire nello sport anche giacomo civilletti è inusuale ma molto azzeccato;se devo trovare una critica(molto difficile)avrei fatto + video,con lo stress e l’abitudine allo zapping non penso che tutti starebbero davanti al pc a vedere tutto il reportage.azzeccata la varietà di categorie sportive,sono sicuro che in futuro realizzerai una puntata realizzata alle cruiser,custom e bobber.

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.