VISITA AL CROSSDROMO GINO MELI: IMPIANTO DI QUALITA’.

VISITA AL CROSSDROMO  GINO MELI: IMPIANTO DI QUALITA’.

Noto attende i crossisti per il quarto appuntamento regionale,

 

vista a 360° della struttura sportiva polivalente

 

mentre il primo match del cross Fmi dovrebbe essere ospitato il 6 marzo dall’ Hi-Fly di Carlentini, scelto in sostituzione dell’indisponibile, almeno per la prima data di calendario , Rocche Draele di Trapani. E’ quello che và ad iniziare un anno “particolare” per il cross federale,  lo scorso anno il la specialità  ha conosciuto un progressivo degrado dei numeri, (peraltro oggetto di una nostra inchiesta che puoi leggere quì), quindi grande è  l’attesa di tutti per vedere se i correttivi messi in campo dalla Federmoto regionale sortiranno effetto,  e se i cancelletti torneranno nuovamente  al completo dei piloti.

 

zona uffici e ristorazione

Nel frattempo, in attesa che la gara abbia luogo, siamo andati a fare un sopralluogo al Crossodromo Gino Meli, a Noto, che appunto ospiterà la quarta prova, abbiamo documentato lo stato della pista, i suoi servizi, in modo che possiate conoscere in anteprima questa bella realtà siciliana, attiva praticamente sette giorni su sette anche per allenamenti e stages.

 

 

il cancelletto di partenza

L’impianto ha una lunghezza totale di 1320 metri, una largezza media di 7 metri, con parti del tracciato larghi 10 metri, mentre i punti più stretti non sono mai meno di 6 metri.

E’ dotato di un buon cancelletto di partenza, atto ad ospitare sino a 30 crossisti alla volta, e il posizionamento dello stesso è stato studiato con cura: infatti è raggiungibile  tramite stradella di servizio da dietro, e confluisce dopo un rettilineo in una curva abbastanza agevole da percorrere, anche in caso di gruppo compatto.

Il paddock, in realtà potrebbe essere definito in paddock A e paddock B,  per un totale di 20.000 metri quadri di spazio disponibile. Sono presenti punti luce e acqua sicuramente nella parte A, su esigenza anchce nella parte B, che occorre specificare viene ricavato nella parte bassa dell’impianto, adiacente al parcheggio dello stadio.

 

Il paddock A

il paddock A

Diversi i Bed&Breakfast disponibili nelle vicinanze, e sicuramente uno dei punti di forza dell’impianto in oggetto è la realizzazione praticamente a ridosso della cittadina di Noto, incastonato in un centro polivalente dedicato allo sport. Questo fà si che ci siano potenzialmente diverse infrastrutture del centro polivalente, da potere utilizzare in caso di necessità per manifestazioni titolate nazionali.

Buona la copertura delle reti telefoniche dei diversi gestori, fattore da non sottovalutare nell’era di internet e della comunicazione globale.

Da segnalare tra i diversi servizi offerti la presenza del settore dedicato al lavaggio moto, dei bagni, puliti e curati, e financo la posibilità di potersi avvalere di un servizio definito “pasti express”, ovvero si ordina un menù turistico presso una società esterna, che si incarica di portare i pasti, ovviamente caldi, sino al paddock,  per delle cifre indicative, secondo fonti del crossodromo, di 10 euro.

Per raggiungere il crossdromo visitate la sezione   “Trov@piste” (bandierina rossa e bianca) nella barra in basso del nostro magazine, e cliccando sul segnaposto Noto troverete le coordinate, le indicazioni stradali e  le informazioni di contatto.

 

 

zona lavaggio moto

 

 

la zona bagni

 

Condividi con i tuoi amici

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.