A PARTINICO IL PRIMO APPUNTAMENTO OFF-ROAD: ATTENTI A QUEI DUE!

A PARTINICO IL PRIMO APPUNTAMENTO OFF-ROAD: ATTENTI A QUEI DUE!

Grande attesa per il  primo appuntamento  fuoristradistico del 2011. Appuntamento per tutti domenica 16 gennaio a Partinico, dove la pista Giancaldaia, opportunamente adeguata, ha ospitato la prima delle tre prove del Trofeo Crosshop. E’ questa una formula particolare, sullo stile hardrace, che prevede piloti delle due specialità a confronto, enduro e cross, su un tracciato che originariamente era una pista da cross, raccordata con un fettucciato. Diverse le novità  e non tutte positive, a nostro parere, rispetto  ai capitoli precedenti della stessa “saga”, ovvero il Trofeo Motomondo conclusosi a dicembre. Anzitutto la pista da cross è stata praticamente bypassata, infatti veniva percorsa praticamente nelle vie di fuga laterali, con un senso di marcia talvolta invertito, con salti percorsi al contrario. Stessa sorte al fettucciato, stavolta “offerto” ai tantissimi partecipanti in senso inverso.

Gli organizzatori hanno applicato le modifiche in quanto qualcuno ha ricordato loro  che è un “trofeo di enduro”, e ci può stare, ma allora per il crossista puro vi è poca ragione di partecipare, se quanto meno non gli viene offerta l’opportunità di riguadagnare un po’ di terreno su un percorso a lui più congeniale; inoltre particolarmente poco indovinata la prima curva  a “u”, subito dopo il lungo rettilineo di partenza: se è stata creata per diminuire i rischi di caduta in partenza, obbligando  i piloti a smorzare la velocità,  allora và detto che la maggior parte delle cadute della giornata sono avvenute proprio in partenza, e proprio in questa curva.

la curva a "U" subito dopo il rettilineo di partenza.

Ad ogni modo,  al di là della gara, divertente e finalmente “contornata” di pubblico, come è possibile vedere nelle immagini del video pubblicato in basso in home page, sezione TV, la competizione ha avuto valenza per iniziare a capire i valori in campo, i nuovi accoppiamenti pilota-moto, e cercare di intuire i nuovi asset delle stagioni entranti. Poche le indiscrezioni trapelate, quindi corre obbligo specificare che quanto vi raccontiamo è frutto della nostra “vista”, ovvero  eravamo presenti al campo e abbiamo potuto vedere qualche interessante novità. Smorzati, per fortuna, ormai gli echi della scissione tra Sicilia Racing e Motomondo, entrambi i team di riferimento si sono presentati  in campo comunque mantenendo ancora un po’ occultati  i rispettivi “jolly”.  Sicuramente i due ragazzi del titolo,  Domenico Ricchiari e Antonio Mancuso, sono quelli che hanno catalizzato l’attenzione: Domenico,  sempre tanta classe da vendere, ha esordito in sella alla Husquarna, marchio che sembra lo accompagnerà per la stagione enduro 2011. Non sappiamo  ancora  quali saranno gli impegni di Ricchiari in campo nazionale, attendiamo il comunicato ufficiale dal team manager D’Arpa.

Il Mancuso sembra averci preso gusto all’enduro, era ospitato sotto  la tenda del Sicilia Racing,  anche lui ha corso con una Husquarna, ma anche il papà, da noi interpellato, ha mantenuto riservatezza, confermandoci però una notizia che riteniamo importante per la Sicilia, ovvero che Antonio , terminata l’avventura con Pardi, tornerà a correre per un team siciliano. E questo è bene. Grande assente  a Partinico un altro “figliol prodigo”, Eros Doria: anche Eros torna a correre per un team siciliano, il Team Motomondo, in sella, naturalmente,  a una  Ktm.  Doria ha preferito continuare la preparazione specifica in vista degli impegni nazionali, una volta appreso il poco “cross” presente nel tracciato disegnato domenica a Partinico.  Restiamo nell’ambiente crossistico:  al Giancaldaia era presente un altro ex Pardi boy, Fabio Cristiano, anch’egli “arruolato” nelle fila del Team  Motomondo. Cristiano, giovane di belle speranze, ci è sembrato ancora un po’ in ritardo nella preparazione, anche se il pilota con cui si è confrontato direttamente è un certo Mancuso,  il quale, nonostante sia reduce dal brutto infortunio occorsogli la scorsa stagione, stà dimostrando di sapere recuperare in fretta. Cristiano ha ancora margini di miglioramento, aspettiamo il responso della pista in occasione della prima gara ufficiale.

Un flash nell’enduro, altri  giovani di belle speranze attesi al via sono  Salvo Giammona  e Ferdinando Talamo, entrambi portacolori del Team Motomondo nella stagione enduro 2011. Troppa l’attesa  creatasi alla vigilia  per il confronto in pista tra lui e Ricchiari: i due in pista non se le sono mandate a dire, hanno dato vita inizialmente a un bel duello, tutto di chiara marca “enduro”, poi, a nostro parere, un pò di nervosismo dovuto all’eccessiva responsabilità induce Giammona all’errore,  i due si toccano, Salvo cade e resta attardato, Domenico invece mantiene il passo e da lì in poi, a parte la scontata vittoria di Ricchiari, non c’è altro da raccontare. Alessandro Talamo invece si “incarta” alla partenza, proprio alla famosa prima curva, cade, resta invischiato in un groviglio di manubri, e da li in poi riprendere  terreno  sui  primi diventa difficile. Presenti all’appello anche i vari giovani Bologna, Di Pace, Coniglio, Albano, Vitale, Marchese, Modica, ma per loro è ancora un po’ presto  fornire valutazioni, quasi tutti hanno cambiato classe, moto, clindrata. L’appuntamento è rinviato a Caccamo il 30 gennaio, in occasione della seconda prova del Trofeo.

Fabio Di Giorgi

Condividi con i tuoi amici

Una risposta a "A PARTINICO IL PRIMO APPUNTAMENTO OFF-ROAD: ATTENTI A QUEI DUE!"

  1. angelo macaluso  24 gennaio 2011 a 12:24

    Grazie a Dio c’è Ferdinando, ma è pilota di punta dl MC Regolarità 70 che anche a Partinico si è fatto notare per la colorata partecipazione!!! Forza Alessandro …tale padre tale figlio||| Gas gas Mak

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.