ENDURO FMI- TROFEO DELLE REGIONI: COSA E’ SUCCESSO ALLA SICILIA?

ENDURO FMI- TROFEO DELLE REGIONI: COSA E’ SUCCESSO ALLA SICILIA?

Il titolo del servizio la dice lunga, così come il punto interrogativo. Noi non eravamo presenti, ma abbiamo seguito la gara attraverso le classifiche, e abbiamo, come tutti possono fare, guardato i risultati finali. E il responso delle classifiche dice che siamo usciti veramente male dalla trasferta marchigiana. Nel Trofeo, vinto dalla Toscana ai danni della “uscente” Lombardia,  la Sicilia si è classificata dodicesima, su 17 squadre presenti, mentre nel Trofeo Under, dove forse ci saremmo aspettati qualcosa di meglio, peggio non sarebbe potuta andare, dodicesimi e ultimi. Eppure, seppur qualche dubbio viene avanzato, (come potete leggere nei commenti al servizio di presentazione dei selezionati), erano in gara tanti fra quelli che, nelle prove individuali di Campionato Italiano, hanno sempre ben figurato.

Certo la modalità di attribuzione del punteggio  del Trofeo privilegia molto il gioco di squadra, ed il lavoro di gruppo.

Eppure, il risultato  “stride” molto con le tante chiacchierate fatte durante l’anno con i papà e team managers siciliani, dove ci è sempre stato detto, e non abbiamo motivo di dubitarne, che ad ogni gara i riflettori degli “osservatori” del nord sono puntati sui siciliani, che la scuola siciliana cresce perentoriamente, etc. etc.  Ci piacerebbe sentire il racconto di quanto accaduto da parte di chi c’era, e magari potremmo provare, conoscendo i fatti accaduti, ad analizzare la trasferta serenamente, in modo da poterci presentare all’appuntamento del 2011 con le idee più chiare. Uno spunto di riflessione resta, forse la prestazione di “squadra”  vive, e soffre, ed è specchio di quanto accade sul territorio siciliano , dove le individualità troppo spesso prevalgono sul gioco di squadra. E quello che abbiamo raccolto al Trofeo , è l’evidente e ineluttabile risultato…

 

LE CLASSIFICHE:

TROFEO SENIOR

TROFEO UNDER 23

CLASSIFICA DI CLUB

CLASSIFICA DI CLASSE

CLASSIFICA ASOLUTA

Condividi con i tuoi amici

8 Risposte a "ENDURO FMI- TROFEO DELLE REGIONI: COSA E’ SUCCESSO ALLA SICILIA?"

  1. Sandro Perego  18 ottobre 2010 a 13:28

    Complimenti ragazzi, avete dato il massimo. Secondo me la colpa è di chi a selezionato la squadra, non siamo stati rappresentati dal top dei piloti di enduro siciliani. Complimenti a chi cura i propri interessi piuttosto che rappresentare la nostra regione al massimo.

  2. Daniele Castrorao  19 ottobre 2010 a 17:24

    Ciao a tutti e anche a te Sandro senza polemica.
    Io c’ero e vorrei dire la mia :

    Premesso che mi sono sentito ONORATO di vestire la maglia della Sicilia anche io mi sono chiesto perchè ero li al posto dei migliori piloti siciliani del momento.

    Ho dato il massimo e nonostante abbia rotto la valvola di scarico già dentro la PRIMA speciale ho terminato sette ore di gara tra fango e speciali lunghe solo per onorare la maglia e non far prendere 2 ore di penalità alla squadra con il mio ritiro. Non è stato bello gareggiare in quelle condizioni con una moto “a batteria” comunque…

    Mi costa purtroppo che i MIGLIORI piloti della Regione esclusi i giovani che erano presenti, in più occasioni hanno DECLINATO l’invito a presentarsi al Trofeo Regioni, adducendo varie problematiche che a me sinceramente sembrano solo scuse del ***** !
    Sappiamo tutti che la squadra di Trofeo sarebbe stata la migliore con dentro Lombardo, Scala, Scuderi, La Rosa, Bella, e altri ancora ma forse in altre occasioni hanno dimostrato di non tenerci particolarmente alla convocazione.

    Mi costa invece che il CoRe Sicilia, abbia quest’anno voluto premiare alcune persone che in questi anni si sono fatte un mazzo così per l’Italia e l’Europa anche, correndo in campionati italiani ed europei, spendendo TANTI SOLDI solo per passione !

    Purtroppo la gara dei giovani è stata sfortunata con due ritiri, ma mi sento di dire che gli altri me compreso hanno dato il massimo e voglio solo dire GRAZIE al Presidente Mezzasalma, a Turi Leonardi e a Marco D’Arpa senza dimenticare Totò Morreale e chi c’era e ci ha seguito con gioia e spirito sportivo VERO.

    Grazie ancora a tutti
    Daniele Castrorao

  3. Daniele Castrorao  19 ottobre 2010 a 17:32

    Ho scritto ma dov’è finito ??

  4. Direttore  21 ottobre 2010 a 14:58

    Daniele,
    nel tuo commento vi era una “parolina” non consentita dal sistema, che pertanto ti aveva messo tra i “cattivi”…
    Abbiamo oscurato la parolina con degli asterischi, ed eccoti di nuovo visibile nel mondo dei buoni.
    Complimenti per la tenacia dimostrata in gara.

  5. Sandro Perego  23 ottobre 2010 a 15:44

    Ciao Daniele, nulla di personale, ma ti posso garantire che molti di quelli che hai citato e altri piloti molto forti non sono stati neanche interpellati.

  6. battista  24 ottobre 2010 a 20:29

    Mah…continuo a non capire….cmq….ciao a tutti…..
    Rispolvero “solo un paio di anni”..dove il sottoscritto e altri piloti appartenenti “pultroppo” al team LASER venivano convocati solo con una telefonata…e mettevano di tasca propria gran parte dei quattrini che servivano ad affrontare la trasferta per “rappresentare ” degnamente la Sicilia…
    Complimenti a Castrorao per l’impegno e l’attaccamento alla maglia…ma non era cosa sua….pronto ad essere smentito…..ma questa è la realtà…..così come altri “convocati” tutti di fede d’arpiana….
    Mah….non capisco…
    I piloti “meritocratici”….non sono stati ufficialmente convocati….
    e questo la dice tutta sulla qualità dei selezionatori….e sul profilo tecnico e politico che stiamo attualmente attraversando……mi faccio gli auguri da solo…..
    Franco Battista

  7. Franco  25 ottobre 2010 a 08:54

    Battista…..
    ma imparare a scrivere in italiano corretto nò?

  8. Direttore  25 ottobre 2010 a 09:14

    Gentile sig. “Franco”, inizialmente, nel rispetto delle regole che la invito a leggere a questo link http://www.lasiciliainmoto.it/?page_id=72 pensavo di rimuovere il suo commento, che è assolutamente privo di senso, se non quello di insultare gratuitamente un lettore che esprime la propria opinione. Poi, mi sono accorto che proprio lei, che evidenzia gli errori altrui, se ne rende protagonista con un bel “nò” accentato, e allora ho deciso di lasciare lì il commento, giusto per offrirle un momento di riflessione su quanto lei ha scritto. Quì, sono ben accetti tutti coloro che desiderano commentare o esprimere un’opinione, e ho il piacere di invitarla a esprimere un’opinione sull’argomento del servizio, o se ritiene di avere degli elementi per rispondere ai commenti degli altri lettori, lo faccia pure liberamente. Ma le lezioni di italiano, e di grammatica, no, grazie, quelle ce le risparmi, per favore…

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.