CROSS: SETTIMO APPUNTAMENTO ALL’ EMOTION RACE DEI FRATELLI GRANATA

CROSS: SETTIMO APPUNTAMENTO ALL’ EMOTION RACE DEI FRATELLI GRANATA

 

Energia. E’ quella che finalmente “serpeggia” al “Crossodromo Emotion Race” dei fratelli Angelo e Francesco Granata. openpressUnita a passione e orgoglio, Il tracciato etneo, luogo simbolo per piloti e appassionati, che, dopo una breve e immeritevole pausa, torna prepotentemente alla ribalta con la settima tappa di campionato. Presente all’evento, compiaciuto il Presidente Mancari,  commenta: “la politica dell’emergenza, non dovrebbe essere prassi, ma eccezione. Ora non dobbiamo più tornare indietro”. Buona la risposta da parte dei piloti (oltre cento) in questo primo appuntamento dopo la pausa estiva. Assai numeroso anche il pubblico in questa seconda domenica settembrina, che nonostante il clima tropicale , lasciate infradito e pareo, ha riempito gli spalti del fantastico tracciato, per assistere alle evoluzioni dei loro beniamini. Creato da una gradevolissima miscela esplosiva, in pista lo spettacolo è  alto, difficile perciò non farsi coinvolgere nel vortice della passione. C’è n’è per tutti è per tutti i livelli d’esperienza, dalle famiglie con bambini alle “pattuglie” di veri intenditori.  Qualche problema durante le O.P. fa slittare il programma, rendendo la giornata di gare ancora più intensa, ma ciò non impensierisce per nulla l’ormai collaudata direzione gara affidata a Filadelfo Centamore e Antonio Vinci e neanche la macchina organizzativa guidata da Salvatore Catinello.

startMirati e combattuti, bellissimi “centri “, hanno fatto primeggiare  Giuseppe Greco “AGONISTI MX1” sul fratello Salvatore e sul bravo Antonino Zappalà, terzo. Sergio La Ferla, Antonio Coraci e Francesco Macca occupano nell’ordine il podio della “ESPERTI MX1”, mentre le squalifiche inflitte a Tomasello e Uras “ESPERTI MX2”, non hanno consentito di stilare la classifica definitiva.Tra gli “AGONISTI MX2” Marco Mandarà primeggia su Eugenio Tummineri e Sandro Occhipinti. Corona d’alloro per Giovanni Rodolico “AMATORI MX1” che riesce ad avere la meglio su Roberto Tinnirello e Maurizio Monteverde. Giuseppe Fuggetta e Salvatore Russo, “HOBBY MX1”, tagliano il traguardo in quest’ordine. Grande dimostrazione di forza, quella mostrata da Michele Pantaleo, primo nelle due frazioni, che taglia il traguardo con largo margine davanti ad  Andrea Garifo e Giorgio Maltese, nella corsa al podio della “AMATORI MX2”. A svettare l’affollata “HOBBY MX2” è Salvatore Orlando che relega gli altrettanto validi Walter Vacirca e Simone Camilleri ai lati del podio. Continuano le prestazioni al vertice per Massimo Nieli “OVER 35 MX1”. A cercare di contrastare invano, la prestazione del coreaceo aretuseo ci hanno provato Francesco Scalone e Gaetano Schepis, alla fine con lui sul podio. Nella minore “OVER 35 MX2”, il trionfatore Marcello Casella tiene tranquillamente a bada i tentativi d’attacco di Salvatore Carapezza e Massimiliano Tomarchio. In pista, in numero sempre maggiore,  anche i “quadricicli”, nella categoria a loro riservata, ovvero i QUADCROSS, che decretano vincitore Filippo Aleo.

press2Ad affermarsi con il bravo “mastino” sono Josef Cannistrà e Giovanni Pirrotta. Nelle classi riservate ai “piccoli diavoli”, Matteo Giummo in forte crescita, tiene cattedra, impartendo lezioni a Vincenzo Scala e Luca Troia. La classe “PROMO 85”, risulta essere il regno di Pierpaolo Di Pasquale, che non ha problemi ad imporsi su Giuseppe Rimmaudo e Salvatore Urso. Vincenzo Giarrizzo e Febbo Arancio, i due piccoli condottieri della “PROMO 65”, chiudono in quest’ordine la loro prestazione. L’intensa giornata ricca di gare, purtroppo è stata anche testimone di qualche rovinosa caduta, di cui si è reso protagonista Emanuele Tummineri e Paolo Amenta. Ai due nostri simpatici motociclisti siracusani, vanno i migliori auguri di una buona guarigione. Chiassosa ed entusiasmante, la cerimonia di premiazione, chiude questo ennesimo appuntamento di sport e spettacolo.

Fonte:

Ufficio Stampa

Lega Moto Uisp Sicilia

Condividi con i tuoi amici

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.