AL VIA A KINISIA IL REGIONALE FMI SUPERMOTO, SCOOTERS, MINIGP & PITBIKE MOTARD

Dopo l’enduro e il cross, tocca al campionato Supermoto & Co. aprire le ostilità della pista; teatro scelto, il kartodromo di Kinisia, in provincia di Trapani, un impianto storico ma realizzato con criterio quasi trent’anni fa’; a testimonianza della bontà del progetto l’asfalto, che ancora oggi tiene bene nonostante l’età. All’interno dell’impianto, adattato per l’occasione al motard, un breve percorso sterrato, appena sufficiente, ma, in considerazione della struttura, onestamente riteniamo che di più non si sarebbe potuto realizzare. In realtà, i campionati iniziati domenica 21 marzo sono stati diversi, oltre alla Supermoto ha preso il via il Regionale Scooters, la pit-bike motard ed ha “debuttato” la mini-gp. Su quest’ultima specialità, ci soffermiamo con piacere in quanto i minipiloti, in sella a delle carenate repliche delle ben più “dotate” motogp, ci hanno veramente deliziato per grinta, determinazione, professionalità dimostrata in pista, oltre ad emozionarci durante la vera e propria gara. Dello stesso parere nostro anche Dario Mangiameli, Direttore di Gara, il quale, svestiti i panni della irreprensibilità e asetticità tipica del Race Director, ci ha confidato di avere provato anch’egli pari emozioni al cospetto di questi giovanissimi piloti. Torneremo presto sul fenomeno mini-gp con degli approfondimenti. Ad organizzare il tutto anche per quest’anno ci pensa il Dream Team, il sodalizio del presidente\pilota Pirri, coadiuvato da un buon staff, e “sorretto” in tutto da Marianna Mazzola, un vero “motore” ad energia nucleare, donna praticamente inesauribile. E’ tempo di campionato, ed in sede di iscrizioni è il momento di scegliere la categoria in cui correre; e proprio su questo tema registriamo delle “incertezze” sulle scelte fatte da alcuni piloti, tra cui uno dei più rappresentativi per prestazioni e capacità tecniche, Giuseppe Violetti, leader di un Team agguerritissmo: Giuseppe è veloce, determinato, ed ha “assaggiato” il gradino più alto del podio diverse volte negli anni scorsi, lottando ad armi pari per il Titolo con Raffaele Pirri; Violetti sostiene che la scelta di correre in S1 Open viene dal fatto di “rivitalizzare” la categoria, e che il confronto con Pirri, il rivale di sempre, non viene a mancare in quanto comunque S1 ed S1 Open corrono insieme, e che comunque lui farà sempre “gara” su Raffaele, anche in considerazione del fatto che, sembra, dalla prossima gara sarà istituita una speciale classifica assoluta. Di fatto, la S1 è rimasta “orfana” di uno dei suoi protagonisti, e con soli 3 presenti, almeno alla prima prova, l’organizzazione si trova giocoforza costretta ad unificare le griglie per consentire il regolare svolgimento della manifestazione; prendiamo atto delle scelte fatte dai piloti ma francamente, sotto l’aspetto tecnico, non riusciamo a trovare reali motivazioni agonistiche. Noi siamo da sempre per le “scelte” di cuore, più che per quelle dettate dalla “ragione”, consapevoli che lo sport si nutre perloppiù delle prime più che delle seconde. Per ultimo “trattiamo” il Presidente\pilota Pirri: Raffaele in pista sfoggia un “passo” della madonna, e ci mette una determinazione incredibile, in vista degli impegni di Italiano e Centro Sud. A Reggergli il gioco il suo meccanico e preparatore Franco Morreale, che pur essendo a corto di ricambi e pezzi speciali per questa nuova versione 450 della Yamaha, riesce a farla andare come un aeroplano, ma questa, si sa, è la prerogativa della “famiglia Morreale”, che troverebbe il modo di fare andare forte anche un carrettino siciliano, ‘gnuri incluso…

Così nelle classi:
MiniGp Fuori dalla pista sono come una famiglia, corrono tutti per lo stesso moto club, il m.c. Dello Stretto, guidano tutti, tranne uno su Honda, le stesse moto, delle GRC, sono assistiti amorevolmente da Antonio Romeo, vera “anima” di questa categoria, ma quando sono in griglia battagliano senza tregua per la vittoria. A spuntarla su tutti Luca Tranchina, che precede Christian Fiscetta e Alex Sgroi, giunti nell’ordine. Quarto Orazio Litrico, unico su una 50, e ritirato poco dopo metà gara Gianluca Zimbone.

Minibike Motard Amatori
Gara regolare, post gara invece no: a richiesta di verifica tecnica, diversi piloti si sono rifiutati di sottoporre i propri mezzi al controllo del Commissario Tecnico, e di conseguenza è scattata la squalifica per i “rinunciatari”. La classifica cartacea vede quindi premiato Giuseppe Asta che ha preceduto per somma punti delle 2 gare Cristian Ippolito.

Minibike Motard Open

Un altro Asta, Giovanni, impone i suoi ritmi in entrambe le finali, e vince precedendo Danilo Sapienza e Alessandro Ferraro. Quarto, anche se a pari punti totali con Ferraro, Emanuel Papale, in virtù del peggior piazzamento in Gara 2,  e a chiudere il lotto degli arrivati,  Giuseppe Cognata, quinto. Squalificati  Caruso e Russotti.

Scooters

Sono diciassette in tutto, divisi in due classi, la “A” e la “B”.

Nella “A” la spunta Elia Morreale, di un soffio su Francesco Seminerio, giunto secondo. I due hanno dato spettacolo in pista, e sono praticamente usciti insieme dall’ultima curva prima del rettilineo di arrivo. Terzo Andrea Mottola, autore peraltro del giro più veloce in pista ed a chiudere il lotto degli arrivati Salvatore Alongi, quarto. Sfortunato Dario Lucente Pipitone, “prestato” dalla velocità, che per amore di correre parteciperebbe anche alle corse in monopattino tanta è la sua passione: Dario ha bruciato l’accensione poco prima di prendere posizione in griglia.

Parte la “B”, e tra i primi tre ed il resto dei partenti, nonostante il relativo “livellamento” dei mezzi, vi è un notevole divario. Vince Francesco Finocchio, che precede sul podio Gianni Mannone e Fabio Iovino, giunti nell’ordine. Quarto, distaccato di quasi 37 secondi, Pasquale Foderà.

Supermoto Open

E’ questa la classe “entry level” del motard regionale siciliano. Il primo a “mordere” il successo per il 2010 è Massimiliano Romano, autore di due nitidi primi posti. A nulla sono valsi gli sforzi di Salvatore Maucieri, giunto secondo. In terza posizione troviamo Giacomo Fasone, che precede Giuliano D’Angelo e Vincenzo Spinello. A seguire Gabriele Amico e Betto Giammarresi. Chiude il lotto degli arrivati Massimo Cavasino, autore di una guida altamente spettacolare ma poco finalizzata, almeno per questa prima prova, al risultato.

Supermoto S1 Open.

Senza storia la categoria, Violetti è nettamente una spanna più in alto degli altri, e lo dimostra l’oltre un minuto di distacco totalizzato sommando le due gare, inflitto al diretto inseguitore, in gara uno è toccato al pur bravo Marco Casamento accollarsi oltre 30 secondi, in gara 2 a pagare pegno è stato Raffaele Bruno, per lui i secondi di distacco sono trentasette… Raffaele si consolerà con il secondo posto di giornata, mentre terzo gradino del podio per Casamento. Due piloti “sommano” gli stessi punti, Vincenzo Ficarotta e Massimo Ficili, ma la quarta piazza finale è per quest’ultimo in virtù del miglior piazzamento in gara 2. Ficarotta, in gara da “privato” che più privato non si potrebbe, “assistito” dalla moglie e dalla splendida bambina appena arrivata, ha riportato in una caduta una frattura lieve al piede.

Supermoto S1

Anche se corrono “annegati” nella S1 Open, posizioni “fotocopia” in entrambe le gare per Raffaele Pirri, Giorgio Puglisi e Antonino Vallone, saliti in questo ordine sul podio.

LA FOTOGALLERY

[SWF]/wp-content/gallery/Supermotoprova1.swf, 560, 420[/SWF]

IL VIDEO DELLA GARA (DISPONIBILE ANCHE IN H.D. NELLA HOMEPAGE SEZIONE VIDEO)

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=2LWR9NHLCKw[/youtube]

LE CLASSIFICHE

Mini Gp 50+70 – Finale.pdf

Mini bike open gara 1

Mini bike open gara 2

Scooter A – Finale.pdf

Scooter B – Finale.pdf

Supermoto S1 Finale Punti.pdf

Supermoto SM Finale Punti.pdf

Condividi con i tuoi amici

5 Risposte a "AL VIA A KINISIA IL REGIONALE FMI SUPERMOTO, SCOOTERS, MINIGP & PITBIKE MOTARD"

  1. papalix  5 aprile 2010 a 14:40

    complimenti per la cronaca… e la vostra presenza in pista..
    pero volevo segnalarvi .. che la classifica della ptbike open è
    errata.. come anche la premiazione del podio a fine gara..

    saluti
    emanuel

  2. Direttore  5 aprile 2010 a 18:56

    Grazie per la segnalazione, abbiamo già chiesto lumi agli organizzatori in merito alle classifiche, avremo le info a breve. Nel frattempo, le segnalo in homepage nei riquadri Video, il filmato della gara, disponibile in H.Q. (Canale Vimeo) o i bassa definizione (nostro canale Youtube)
    Saluti!

  3. Direttore  8 aprile 2010 a 11:00

    Emanuel,
    abbiamo verificato, e rifatto i conti sulla base delle classifiche di gara 1 e gara 2, tenendo stavolta conto degli squalificati. La situazione della classifica è cambiata, abbiamo rimesso a posto le cose nel servizio, e pubblicato per trasparenza le due classifiche singole per dare modo a tutti di potere verificare e fare le eventuali somme. In effetti ti abbiamo ingiustamente fatto scendere di una posizione, quindi restituiamo le posizioni a chi giustamente le ha meritate.
    Anche stavolta siamo orgogliosi della formula giornalistica da noi scelta, la possibilità per tutti voi di potere dialogare e commentare quanto da noi scritto ci garantisce onestà di cronaca, e, soprattutto, laddove inconsapevolmente in errore, di potervi porre rimedio.
    Continuate a seguirci, con sempre maggiore attenzione!
    Saluti

  4. massimiliano  16 aprile 2010 a 23:53

    ciao fabio sono massimiliano romano volevo scusarmi con te x il massagio ke ti ho mandato , ma io nn intendevo offenderti ma soltanto chiederti come mai nn avevi agiunto il secondo ed il terzo, tutto qua .Ciao e a presto max22

  5. Direttore  18 aprile 2010 a 18:12

    Ciao Massimiliano, non mi sono offeso, certo il linguaggio un pò “colorito” mi ha colpito, ma sono convinto che ti sei espresso dando voce alle tue emozioni, e non ci leggo cattiveria ne altro, solo lo sfogo di un pilota che, meritatamente, avrebbe desiderato una citazione nel servizio. Purtroppo non sempre riusciamo a dedicare tempo e spazio alle gare o alle tante manifestazioni che ormai settimanalmente ci sono in Sicilia, e di questo ce ne scusiamo con te e con tutti i lettori ma… siamo una piccola realtà, che quotidianamente affronta grandi sacrifici per mantenere “vivo” il giornale, giornale che ancora oggi al 90% e finanziato con soldi privati (in pratica, per pagare i conti, il camper e tutto l’ambaradan, mettiamo mano al portafogli personale…). Non ce ne vogliate se qualcosa manca, anzi, dateci TUTTI una mano, segnalandoci fatti, notizie, o aggiungendo quello che ritenete opportuno dire nei commenti ai servizi. Noi siamo sempre disponibili, non ci tiriamo mai indietro, e continueremo a “crescere” insieme a voi.
    p.s. Max, il pilota in fotografia a corredo del servizio… chi ti ricorda? ;-)
    Cordialmente
    Fabio Di Giorgi

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.