MX UISP REGIONALE: BUONA LA “SESTA” A GRAMMICHELE

MX UISP REGIONALE: BUONA LA “SESTA” A GRAMMICHELE

Non c’era modo di restare delusi…

Francesco Valenti

Francesco Valenti

Un campionato con questi contenuti non poteva ancora una volta, non regalarci una gara veramente esplosiva. Dopo la battuta d’arresto infatti, che per una serie di vicissitudini ha visto sfumare l’appuntamento del 2 giugno a San Cataldo (CL), la carovana dei saltatori del campionato regionale Uisp, ha fatto tappa a Grammichele. I frequenzimetri cardiaci sono accesi.I  motori pure. E’ l’ultima gara titolata, prima della lunga pausa estiva. Si risalirà in moto a settembre, nel frattempo “i malcapitati” cercheranno di curare animo e lividi. Il primo applauso per questa ennesima giornata di gare va ai fratelli Angelo e Francesco Granata a capo del moto club Emotion Race a cui era stata affidata la gara, che ancora una volta si sono prodigati per dare il massimo alla disciplina, il resto lo hanno fatto i piloti giunti al “Crossodromo Emotion Race” in gran numero. Tanti i campioni in pista, un circuito completo e spettacolare, uno stuolo di operatori e addetti del settore, diciamo che c’erano tutti gli ingredienti necessari per rendere grande la manifestazione.Il pubblico ha risposto bene all’appuntamento gremendo gli spalti nonostante il periodo già caldo che anticipa l’estate. Con la stessa determinazione Marco Battaglia “amatori 125″ al suo esordio di stagione, scende in campo con un solo obiettivo, vincere. Al secondo posto Francesco Tomasello esulta e ringrazia la Motor Expert di Giovanni Parisi per avergli messo a disposizione la Kavasaki, mentre terzo Samuel Cammarata sembra essersi ripreso dall’infortunio  che lo aveva un pò penalizzato in quest’ultima parte di stagione. Gas aperto su ogni ostacolo in ogni punto del tracciato alla fine hanno dato ragione a Michele Pantaleo “hobby 125″, contro i pur validi Angelo Massaro e Orazio Fargione suoi principali rivali in quella che è sempre stata la classe più affollata.

Antonio Cardaci

Antonio Cardaci

Unificati allo start i piloti della hobby e amatori open, vedono primeggiare Maurizio Monteverde nella prima, seguito da Roberto Tinnirello e Mario Giambra, mentre la amatori , è stata appannaggio di Marco Gennaro al suo esordio  con una Suzuki 450. Al secondo posto il padrone di casa Salvatore Cammarata e al terzo Massimo Rabino. Forte della sua ottima tecnica di guida e della potenza fisica, Ermes Conti “agonisti 125″, ha avuto facilmente ragione sul portacolori del “Pegaso” Antonio Cardaci e sul locale e alquanto spettacolare Sebastiano Lombardo. Nella maggiore open, con una bella doppietta ad espugnare il podio è stato Marco Bellia sugli altrettanto validi Luigi Cavaleri e Massimo Nieli. Alessandro Toscano “esperti 125″ prende il comando sin dallo start e…fine della storia, mentre nelle retrovie Sergio La Ferla e Alessandro Occhipinti mantengono le posizioni acquisite al via, sino alla bandiera a scacchi di Michele Fisicaro. Costretto ad un’affannosa rimonta per un’errore commesso al via nella prima frazione, Salvatore Piazza “agonisti open”, recupera in finale con una bella partenza che lo porta a tagliare il  traguardo in solitaria. Emanuele Di Nisi vincitore di gara 1 lo segue sul secondo gradino e Gaetano Schepis, stabile, sul terzo. Tra gli “over 40″, la vittoria è andata a Salvatore Belfiore, sul valido e al quanto sfortunato Giovanni Ricca, secondo. Vincitore della prima manche e al comando della seconda l’ibleo deve cedere il passo per la foratura della gomma anteriore a 3 giri dalla fine.

Vincenzo Giarrizzo

Vincenzo Giarrizzo

Con un quarto ed un secondo piazzamento in finale, Ciro Alessandro completa il podio. Ad incentivare lo spettacolo anche i piccoli della minicross, che vedono primeggiare Ivan Lo Porto “promo 85″ su Daniele Lanza e Luca Troia, mentre nella maggiore “promo esperti” Francesco Valenti relega Antonino Bruno e Gianluca Messina ai lati del podio. Continua la scalata al successo per Giuseppe Mineo Grippi “promo 65″ su Pierpaolo Di Pasquale che mantiene salda la sua seconda posizione e Vincenzo Giarrizzo, nuova forza emergente del vivaio isolano. Presenti anche i “quad”, con la vittoria andata a Rocco Trovato Mazza portabandiera della specialità in campo nazionale.Al secondo Filippo Aleo e al terzo Piero La Cagnina. Da segnalare infine, l’ottima quinta piazza di Lucia Fasano unica donna in gara.

Testi e foto: Vito Scarpitta

LE CLASSIFICHE DELLA GARA (clicca)

Condividi con i tuoi amici

Scrivi una replica

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà reso pubblico.